Ricerca  in archivio

Comunicati Stampa 
Anno

2016

2015 - 2014
2013 2012

2011 - 2010
___________

Home / Comunicati stampa / Comunicato raid vandalico ai danni delle piscine comunali, l'amarezza del sindaco e del vicesindaco. Edito 20.04.2017

COMUNE DI CALTAGIRONE

Comunicato stampa

Grave raid vandalico ai danni delle piscine comunali, il sindaco Ioppolo e il vicesindaco Gruttadauria:
"Atto deprecabile nei confronti dell'intera comunità, che sembrerebbe perpetrato per rallentare la riapertura dell'importante impianto sportivo"

Grave raid vandalico ai danni delle piscine comunali, in località Divisa, perpetrato nei giorni scorsi, vale a dire alla vigilia della sottoscrizione del verbale di consegna provvisoria della gestione dell'impianto sportivo all'associazione temporanea d'imprese aggiudicataria della relativa gara bandita dal Comune. Proprio oggi, quando si sarebbe dovuto firmare il verbale in questione, è avvenuta la scoperta dei danni consistenti (in fase di quantificazione) provocati dall'incursione notturna di ignoti, risalente a qualche giorno fa: recisi i cavi, asportati i quadri elettrici e i contatori, con il risultato di determinare lo stop al funzionamento dei motori e dei depuratori. Gli autori del grave atto vandalico sono assai probabilmente entrati dal retro della struttura (da via Monsignor Mario Sturzo).

Si tratta di un brutto colpo per un impianto alla cui riapertura sono legate le speranze di tanti sportivi, non soltanto calatini.

Il sindaco Gino Ioppolo e l'assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco, Sergio Gruttadauria, hanno compiuto un sopralluogo nella struttura, trovando un quadro definito "desolante". I due amministratori hanno così espresso la propria amarezza: "Si tratta di un danneggiamento mirato alla strumentazione ancora funzionante e che sembrerebbe perpetrato, quindi, con l'obiettivo di rendere più difficile l'avviata operazione di ripristino e di rallentare la riapertura dell'importante impianto sportivo. E' pertanto un danno arrecato all'intera comunità calatina". Sindaco e vicesindaco hanno convocato per venerdì 21 aprile, alle 9, un incontro all'Ufficio tecnico per fare il punto della situazione.

Sull'episodio indagano i carabinieri di Caltagirone.

Caltagirone, 20 aprile 2017

UFFICIO STAMPA

Ufficio stampa: Mariano Messineo; Tel. 093341345 – 335/5327046

E – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

800x600

 

COMUNE DI CALTAGIRONE

 

Comunicato stampa

 

Grave raid vandalico ai danni delle piscine comunali, il sindaco Ioppolo

e il vicesindaco Gruttadauria: “Atto deprecabile nei confronti dell’intera comunità, che sembrerebbe perpetrato per rallentare la riapertura

dell’importante impianto sportivo”

 

            Grave raid vandalico ai danni delle piscine comunali, in località Divisa, perpetrato nei giorni scorsi, vale a dire alla vigilia della sottoscrizione del verbale di consegna provvisoria della gestione dell’impianto sportivo all’associazione temporanea d’imprese aggiudicataria della relativa gara bandita dal Comune. Proprio oggi, quando si sarebbe dovuto firmare il verbale in questione, è avvenuta la scoperta dei danni consistenti (in fase di quantificazione) provocati dall’incursione notturna di ignoti, risalente a qualche giorno fa: recisi i cavi, asportati i quadri elettrici e i contatori, con il risultato di determinare lo stop al funzionamento dei motori e dei depuratori. Gli autori del grave atto vandalico sono assai probabilmente entrati dal retro della struttura (da via Monsignor Mario Sturzo).

            Si tratta di un brutto colpo per un impianto alla cui riapertura sono legate le speranze di tanti sportivi, non soltanto calatini.

            Il sindaco Gino Ioppolo e l’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco, Sergio Gruttadauria, hanno compiuto un sopralluogo nella struttura, trovando un quadro definito “desolante”. I due amministratori hanno così espresso la propria amarezza: “Si tratta di un danneggiamento mirato alla strumentazione ancora funzionante e che sembrerebbe perpetrato, quindi, con l’obiettivo di rendere più difficile l’avviata operazione di ripristino e di rallentare la riapertura dell’importante impianto sportivo. E’ pertanto un danno arrecato all’intera comunità calatina”. Sindaco e vicesindaco hanno convocato per venerdì 21 aprile, alle 9, un incontro all’Ufficio tecnico per fare il punto della situazione.

            Sull’episodio indagano i carabinieri di Caltagirone.  

            Caltagirone, 20 aprile 2017

                      

 

               UFFICIO STAMPA

 

  Ufficio stampa: Mariano Messineo; Tel. 093341345 – 335/5327046

                           E – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman","serif";}
 
Speedweb 2010

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già state impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy. Accetto i cookie da questo sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information